[give_form id="1392"]
Lule Onlus

FriendShip

Friend Ship

L’amicizia è una delle caratteristiche più importanti della partecipazione sociale nella vita dei ragazzi. Tuttavia, per molti ragazzi – soprattutto quelli con bisogni educativi speciali, studenti con problemi di apprendimento, minori provenienti da famiglie in situazione di disagio socio-economico o culturale – il loro inserimento nella comunità scolastica e locale è inadeguato in termini di amicizie, accettazione da parte dei compagni e percezione di sé.

Da diversi anni inoltre, le amicizie sono messe in pericolo anche dalla crescente digitalizzazione e dall’uso di dispositivi mobili, che impediscono agli studenti di entrare in contatto sociale. Questo fenomeno si è acuito nel periodo dell’isolamento Covid con ricadute che ancora permangono nei comportamenti sociali anche dei più giovani. In questi anni, anche gli educatori responsabili dello spazio PIG hanno osservato negli adolescenti un sempre maggiore bisogno, ma al contempo una crescente difficoltà, di stare insieme in modo costruttivo. I ragazzi faticano a creare relazioni soddisfacenti con i pari, perché si celano dietro ai cellulari e tablet investendo energie nella realtà virtuale. Pertanto, questo progetto vuole promuovere la partecipazione sociale e l’educazione inclusiva attraverso il programma di intervento FRIEND-SHIP – un programma a bassa soglia con educatori e tutor pari in un periodo di 10 settimane per traghettare i ragazzi verso nuove amicizie.

Nell’ambito della ultra decennale collaborazione di Associazione LULE e Cooperativa LULE con l’Amministrazione Comunale di Motta Visconti, lo spazio FRIEND-SHIP si pone proprio come obiettivi la promozione dell’aggregazione e della voglia di stare insieme di persona; lo sviluppo della capacità di ascolto dell’altro; la valorizzazione del protagonismo attivo partendo dagli interessi dei ragazzi; la promozione della motivazione allo studio e alla partecipazione, utilizzando le alleanze tra coetanei per coinvolgere i ragazzi più svantaggiati sul piano socio-culturale; il contrasto, attraverso l’ascolto e la vicinanza, di forme di disagio familiare e socio-ambientale; la prevenzione della dispersione scolastica in collaborazione con altre istituzioni attive nel territorio.

In particolare, quest’anno si vuole sviluppare e consolidare una forte collaborazione con la scuola media territoriale per far ripartire gli invii da parte di questo servizio. A tal fine, in fase di progettazione, è stato svolto un incontro con i Servizi Sociali di Motta Visconti in data 3 ottobre, ed è stato già fissato per il 13 ottobre un primo incontro col la dirigente scolastica del Plesso Ada Negri, Dott.ssa Antonietta Bianco.

Il nuovo progetto manterrà la propria sede nello spazio comunale in Via Ticino, continuando così a dare valore un valore sociale a questo luogo che un tempo era caduto in disuso. L’intervento si svilupperà da metà ottobre 2023 a fine dicembre 2023, nelle giornate di martedì e giovedì dalle ore 16.00 alle ore 18.00 e sarà dedicato ai ragazzi dagli 11 ai 15 anni, dalla quinta elementare alla prima superiore. L’équipe sarà composta da educatori con un’approfondita esperienza in ambito educativo con adolescenti, i quali saranno sempre presenti in coppia durante gli incontri. Ci si aspetta di accogliere almeno 20 ragazzi.

All’interno dello Spazio Friend-Ship, sarà dedicato un tempo per lo svolgimento dei compiti, con la supervisione degli educatori. Proseguirà la sperimentazione del tutoraggio tra pari: due studenti del quarto anno del Liceo delle Scienze Umane che hanno già svolto un tirocinio formativo, affiancheranno i ragazzi nello studio facilitando l’adesione alle attività anche da parte di quei ragazzi in modo che lo studio possa risultare più gradevole grazie ad una modalità comunicativa più semplice e più vicina. I tutor pari possono aiutare e sostenere i più piccoli motivandoli positivamente allo studio, essere da esempio positivo di successo scolastico e consigliarli nella scelta degli studi futuri. L’attività di peer tutoring porta vantaggi anche ai tutor stessi, per esempio Di tipo scolastico, per consolidare le conoscenze già acquisite e colmare qualche lacuna, e di sviluppo personale, per potenziare l’autostima e la fiducia in sé o per affinare alcune abilità sociali. Questa sperimentazione potrà essere allargata con l’introduzione di nuovi tutor pari.

Per facilitare poi lo sviluppo delle relazioni sociali, sarà poi utilizzato lo strumento del gioco, da sempre considerato un’esperienza creativa che permette ai ragazzi di esprimere l’intero potenziale della loro personalità insieme con gli altri. In particolare, si svilupperanno i giochi di ruolo, i quali hanno come obiettivo fondamentale la creazione del gruppo, in cui i giocatori agiscono in maniera collaborativa e non competitiva per analizzare e risolvere i compiti del gioco stesso; l’obiettivo, quindi non è vincere, ma portare a termine i diversi compiti che vengono assegnati ai vari personaggi. Per questa attività si collaborerà con la Biblioteca Comunale, che ha già dato la propria disponibilità a mettere a disposizione i giochi.

Il campo sportivo alle spalle del Centro potrà essere utilizzato anche il gioco libero, di squadra e movimento, come il calcio, quale ulteriore strumento di relazione e inclusione. La promozione del benessere tramite l’attività sportiva sarà poi portata avanti grazie alla collaborazione con l’Associazione Metamorphosis, nata alcuni anni fa come costola dello Spazio educativo PIG gestito da Cooperativa LULE, che può diventare lo strumento per mantenere l’aggancio con i ragazzi più grandi.

Nel corso delle 10 settimane di intervento, gli educatori potranno conoscere i ragazzi e, insieme a loro, sulla base dei loro interessi, bisogni e risorse, costruire delle proposte educative da portare avanti nel corso del restante periodo di apertura del Centro durante l’anno scolastico.

Adulti

L’area adulti in difficoltà si rivolge alla fascia di popolazione adulta a rischio di disagio.

Sportello Assistenti Familiari

Lo Sportello Assistenti Familiari promuove l’integrazione sociale, occupazionale ed economica di s

Sportello Stranieri

Gli sportelli di orientamento e consulenza sono attivi nei distretti di Magenta, Castano Primo e Abb

Bottom Image