MULTITASKING 2.0 – a Mantova il 4 dicembre il convegno di fine progetto.

Segnaliamo il convegno di chiusura e di presentazione dei risultati di MULTITASKING 2.0, progetto multi-agenzia presentato dalla Prefettura di Mantova (Capofila) e approvato dal Ministero dell’Interno nell’ambito del FONDO ASILO, MIGRAZIONE E INTEGRAZIONE (FAMI) 2014-2020, realizzato in partnership con Associazione LULE ODV.

Costruire Ponti, Rompere Catene

Convegno sulla Formazione e l’Inserimento Lavorativo

Lunedì 4 dicembre 2023 || ore 9:30 – 12.40

Centro congressi MAMU – Mantova Multicentre – Largo Pradella 1, Mantova

Lunedì 4 dicembre 2023 si terrà il Convegno finale del progetto Multitasking 2.0, durante il quale verranno condivisi i risultati ottenuti e approfondita la tematica dello sfruttamento lavorativo dei migranti. L’incontro, che si terrà presso il MaMu – Mantova Multicentre, vedrà la partecipazione di esponenti istituzionali, operatori dell’ente antitratta e di Associazione Terra!, che parlerà dei risultati emersi dall’indagine sul fenomeno del caporalato e dello sfruttamento lavorativo in Lombardia e nella provincia di Mantova.

PROGRAMMA

  • Ore 09.30 – Caffè di benvenuto e distribuzione del materiale di progetto
  • Ore 10.00 – Saluti istituzionali e avvio dei lavori
  • Dalle ore 12.40 – Fine Convegno

Iscrizionehttps://bit.ly/3MTkJ6Z

MATERIALI DI PROGETTO


PRESENTAZIONE

Multitasking 2.0” si realizza con l’approvazione del Ministero dell’Interno nell’ambito del FONDO ASILO, MIGRAZIONE E INTEGRAZIONE (FAMI) – Obiettivo Nazionale Capacity building e Governance dei servizi, e si concentra sulla collaborazione e il coordinamento delle parti coinvolte per migliorare la qualità degli interventi sul territorio e promuovere l’autonomia e l’inclusione socio-lavorativa della popolazione immigrata. Sì pone come un importante passo avanti nella promozione dell’integrazione e del contrasto a fenomeni di sfruttamento, grazie ad un approccio multiagenzia, già sperimentato nell’ambito della progettualità precedente (“Multitasking”): la sinergia tra enti pubblici, organizzazioni del privato sociale e associazioni non-profit dimostra l’impegno collettivo verso una reale integrazione sociale.

Contrasto al caporalato e allo sfruttamento lavorativo, miglioramento dei servizi amministrativi, supporto all’utenza, percorsi formativi: in questi ambiti “Multitasking 2.0” registra i principali, significativi risultati. 

In termini di miglioramento dei servizi amministrativi, particolare attenzione si è data all’ottimizzazione e alla semplificazione delle procedure per gli utenti stranieri, grazie all’inserimento di tre operatori specializzati e di un servizio ad hoc di mediazione linguistico-culturale presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione della Prefettura. Con riferimento al monitoraggio dei Centri di Accoglienza Straordinaria (CAS), Associazione Lule ha selezionato un consulente legale e mediatori linguistico-culturali per affiancare il personale durante le ispezioni, contribuendo così a migliorare le condizioni di accoglienza.

È stato inoltre ampliato il supporto all’utenza tramite l’apertura di tre sportelli informativi nei territori di Mantova, Castiglione delle Stiviere e Suzzara, gestiti dal consulente legale di progetto. Si sono realizzate azioni di sensibilizzazione e formazione rivolte ai cittadini stranieri ospiti dei CAS e, a partire dal mese di novembre, agli utenti dei Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti (CPIA), con l’obiettivo di renderli consapevoli dei loro diritti e di prendere in carico le vittime di sfruttamento lavorativo.

Durante il progetto sono stati attivati percorsi formativi, con focus su temi socio-antropologici, aggiornamenti normativi e target vulnerabili, pensati per rafforzare le competenze del personale della Prefettura e degli operatori pubblici e del privato sociale, coinvolti a vario titolo nella presa in carico dei cittadini stranieri.

Esiti importanti si sono registrati anche nell’ambito del contrasto al caporalato e allo sfruttamento lavorativo, altro tema fondamentale del progetto “Multitasking 2.0”, cui viene dedicata un’azione, coinvolgendo enti pubblici e organizzazioni del territorio. Il Consiglio Territoriale per l’Immigrazione ha fornito ai partecipanti l’occasione di discutere delle principali criticità rilevate sul territorio e delle strategie e gli strumenti per contrastarle, con particolare riferimento al fenomeno di tratta e sfruttamento. È stata avviata inoltre una sperimentazione per l’inserimento lavorativo regolare dei cittadini stranieri: grazie al Protocollo IDOL, promosso dalla Prefettura di Mantova e coordinato dal Viceprefetto Aggiunto dott.ssa Aurora Esposito con il supporto dagli operatori specializzati del partner Associazione Lule, si è attuata una collaborazione sinergica tra gli enti firmatari, con l’obiettivo di definire un approccio integrato di presa in carico e accesso legale al mondo del lavoro, tramite l’iscrizione ai Centri per l’Impiego. Il Protocollo IDOL, sottoscritto nel gennaio 2023 da Prefettura – U.T.G. di Mantova, Provincia di Mantova, Ispettorato Territoriale del Lavoro, Confagricoltura, Coldiretti, Confederazione Italiana Agricoltori, FAI – CISL Asse del Po, FLAI- CGIL, UILA – UIL, punta a facilitare l’inserimento lavorativo di cittadini di Paesi Terzi, in particolare nel settore dell’agricoltura.

La strada tracciata da tale Protocollo è stata, peraltro, recentemente ampliata ad altri settori produttivi con la sottoscrizione di un ulteriore accordo con l’Associazione CONFIMI Industria di Mantova, l’Associazione AIPE e Mestieri Lombardia, e sono attualmente  in corso di definizione le modalità per l’estensione del medesimo protocollo anche in ambito edile.

Nell’arco di 7 mesi 16 cittadini stranieri ospiti dei CAS hanno fatto accesso ai Centri per l’Impiego seguendo le procedure del Protocollo.

————————————————————————————-

Per maggiori informazionicomunicazione@luleonlus.it  – www.luleonlus.it/multitasking