“Incontriamo i campioni paralimpici” – Evento di chiusura Festival & Dintorni 2.0

Gentili amici

ci fa piacere segnalarvi un’iniziativa organizzata e promossa da Associazione LuleAssociazione Volare Insieme, Croce Azzurra Ticinia Onlus, Apda, Associazione Tangram, A.S.D. TICINO Cuggiono ed in collaborazione con Istituto Superiore Torno, Pro Loco Castano Primo, Club Subacqueo Amici del blu di Parabiago, Associazione Sportiva Dilettantistica Ticino Cuggiono, Cooperativa Lule, JKS gruppo Karate Castano Primo, Azienda Sociale “Ambito Territoriale di Castano Primo”, Istituto Comprensivo Falcone Borsellino all’interno del progetto Festival & Dintorni 2.0 (sostenuto dal Ciessevi all’interno del Bando Volantariato 2014).

Tutte Associazioni del castanese che collaborano da tempo in rete, sia per sensibilizzare la cittadinanza sulla tematica della disabilità che per promuovere l’incontro tra persone con disabilità e non.

Vi segnaliamo, quindi, l’evento di chiusura del progetto “Festival e Dintorni 2.0” dal titolo “INCONTRIAMO I CAMPIONI PARALIMPICI!” programmato per il 28 maggio presso l’aula magna dell’istituto Torno di Castano Primo, a partire dalle ore 9.45.

Per quanto riguarda il programma della mattinata, siamo felici di confermare la presenza di Massimiliano Manfredi (campione amputato di tennis tavolo), Alessandra Calzolaio (nuotatrice e fondatrice del sito web e blog ”Noi Amputati” e membro del consiglio direttivo dell’associazione You Able, nata per aiutare le persone con disabilità a fare sport), Roberto Melissano, responsabile del settore nuoto e consigliere nazionale della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico (Finp) e Pietro Scidurlo (www.pietroscidurlo.it – http://www.huffingtonpost.it/2015/02/26/prima-guida-europea-per-disabili_n_6759776.html) fondatore dell’associazione “Free wheels” (http://www.freewheels.it/) che si propone di incentivare l’indipendenza fisica e sociale dei ragazzi disabili. Pietro sta redigendo la prima guida per disabili relativa al cammino di Santiago.

Una mattinata, quindi, in cui i ragazzi (sia quelli delle medie che hanno partecipato ai precedenti incontri con i campioni paralimpici, sia quelli del liceo Torno), come già avvenuto nei mesi precedenti, possano confrontarsi con persone che della loro disabilità e dei loro limiti hanno fatto non un ostacolo, ma un’opportunità per crescere come persone, riuscendo ad ottenere risultati straordinari, facendo emergere un’idea di disabilità nuova e lontana dagli stereotipi.

Durante questo incontro verrà riservato un momento, a margine dei contributi degli ospiti, per presentare i risultati del concorso che abbiamo indetto durante i precedenti incontri e per proclamare i vincitori, che saranno premiati da rappresentanti delle organizzazioni aderenti al progetto. Come già avvenuto all’interno delle scuole, assisteranno all’iniziativa gli utenti disabili dei servizi del territorio (CDD, SFA, CSE)

Si ricorda che una delle azioni previste per questa seconda edizione del Festival è stata quella di organizzare nelle Scuole del Distretto (Vanzaghello, Cuggiono, Turbigo, Castano Primo), tra febbraio e maggio, incontri di presentazione ed interazione tra campioni di specialità paralimpiche e gli studenti delle classi Terze.

L’iniziativa ha, infatti, come obiettivo quello di far conoscere ai ragazzi persone che della loro disabilità e dei loro limiti hanno fatto non un ostacolo, ma un’opportunità per crescere come persone e come sportivi. Tra gli ospiti che gli enti organizzatori sono riusciti ad invitare segnaliamo Stefano Gori (atletica), Lorenzo D’Andrea (Ice Sledge Hockey), Massimiliano Manfredi (tennis tavolo) e Mahila Di Battista (canottaggio, olimpionica a Pechino e Londra).

Per maggiori informazioni relative al progetto “Festival e Dintorni 2.0” e per vedere le foto dei quattro incontri svolti nei mesi precedenti all’interno delle scuole medie del territorio.

http://www.luleonlus.it/festival-dintorni-2-0/

Presentazione progetto “Festival e Dintorni 2.0

Le azioni del progetto, che ha come obiettivo quello di rinforzare i legami tra persone con disabilità e non, sono principalmente tre:

1.Laboratori ed esperienze di benessere e movimento (corsi sportivi, gite fuori porta) rivolti a persone con disabilità.

  1. Organizzazione, nelle Scuole medie del Distretto, di incontri di presentazione ed interazione tra campioni di specialità paralimpiche e gli studenti delle classi Terze, in modo da far emergere un’idea di disabilità nuova e lontana dagli stereotipi.
  2. Coinvolgimento dei ragazzi disabili in attività sportive con prove gratuite di karate, calcio, nuoto ed in esperienze di avvicinamento a sport ed attività inedite quali tiro con l’arco, subacquea, baseball, danza e movimento, video game therapy, camminata nella natura.